Switzerland: Gli aspetti fiscali legati alle partecipazioni dei collaboratori

Last Updated: 9 November 2018
Article by Denise Pagani Zambelli

Dal 1. gennaio 2013 sono in vigore le nuove disposizioni federali sull'imposizione delle partecipazioni dei collaboratori. Tali disposizioni, integrate nella LIFD e nella LAID, hanno perfezionato le disposizioni in materia di imposizione del reddito

1. Cenni storici e status quo alla fine del 2012

Ai sensi degli articoli 17 capoverso 1 della Legge federale sull'imposta federale diretta (di seguito LIFD) e 7 capoverso 1 della Legge federale sull'armonizzazione delle imposte dirette dei Cantoni e dei Comuni (di seguito LAID), sono imponibili tutti i proventi da attivita dipendente retti sia dal diritto privato che dal diritto pubblico, compresi i relativi proventi accessori (indennita, provvigioni, assegni, gratificazioni e, piu in generale, qualsiasi prestazione valutabile in denaro ottenuta a seguito dell'attivita dipendente). Le azioni e le opzioni concesse ai collaboratori da parte di un datore di lavoro rientrano in tale accezione, se costituiscono un vantaggio valutabile in denaro.

Le imprese (soprattutto le aziende di una certa importanza e quelle che operano a livello internazionale) hanno cominciato a distribuire le proprie azioni ai collaboratori ad un prezzo di favore o, in taluni casi, a titolo gratuito, gia da svariati decenni. La concessione di azioni e/o opzioni a prezzi vantaggiosi aveva ed ha lo scopo di motivare i propri dipendenti a fornire prestazioni piu elevate, rispettivamente ad attrarre nuovi collaboratori e a fidelizzarli il piu a lungo possibile all'azienda. La concessione di azioni liberamente negoziabili permette sicuramente alle aziende di risultare molto attrattive sul mercato del lavoro; tuttavia, al fine di evitare rapide e frequenti fluttuazioni di personale, la maggior parte di queste ha optato per la distribuzione di azioni bloccate per un determinato periodo, cosi da poter vincolare il piu a lungo possibile i propri dipendenti.

L'implementazione dei complicati piani di partecipazione dei collaboratori (anche detti "Stock Option Plans o SOP" o "Restricted Stock Unit Plans o RSU"), la grande varieta degli stessi, unitamente all'istituzione di tutta una serie di vincoli alla liberta di disporre delle stesse partecipazioni, hanno posto in essere la problematica relativa alla difficolta di interpretazione di tali piani, rispettivamente quella in merito al momento determinante per l'imposizione dei vantaggi valutabili in denaro che scaturiscono dagli stessi.

Infatti, dal punto di vista delle imposte sul reddito, il trattamento fiscale dei piani di partecipazione pone tre questioni essenziali: innanzitutto, si tratta di qualificare il cosiddetto "vantaggio" scaturente dal piano, in seconda battuta, deve essere identificato il momento della realizzazione (e, dunque, dell'imposizione), ed infine deve essere stabilita la base imponibile.

Secondo l'egida dell'articolo 17 capoverso 1 LIFD, il salariato che riceve azioni e/o opzioni gratuite o ad un prezzo di favore realizza un vantaggio valutabile in denaro (salario in natura) la cui causa risiede nell'esistenza di un rapporto di lavoro (cosiddetta "causa laboris"). Trattandosi di un salario in natura, e conformemente ai principi generali del diritto fiscale, il reddito si considera realizzato nel momento in cui il collaboratore ne puo effettivamente disporre; ossia dal momento in cui il bene o la prestazione entra in suo possesso, rispettivamente dal momento in cui acquisisce il diritto relativo all'ottenimento della prestazione. La base imponibile e determinata al momento della realizzazione del reddito; la prestazione valutabile in denaro ottenuta dal dipendente e stabilita – generalmente – al valore venale.

A tutte queste problematiche l'Amministrazione federale delle contribuzioni (di seguito AFC) ha risposto per la prima volta con la Circolare n. 12 del novembre del 1973. Questa definiva tre tipi di azioni dei collaboratori (libere, bloccate e destinate alla previdenza professionale) e ne stabiliva l'imposizione (ad eccezione delle partecipazioni destinate alla previdenza professionale) al momento del trapasso di proprieta, ossia al momento dell'acquisto delle stesse. In quel periodo, le opzioni dei collaboratori erano ancora sconosciute in Svizzera. Solo negli anni ottanta alcune imprese attive a livello internazionale, ispirate dai modelli di piani di partecipazione statunitensi, iniziarono ad assegnare le opzioni ai propri dipendenti. Le circolari successive emanate dall'AFC (n. 5 del 17 maggio 1990 e la n. 5 del 30 aprile 1997) hanno apportato alcune modifiche alla definizione di azioni vincolate ed alla prassi impositiva delle stesse. Inoltre, in queste circolari venne disciplinata per la prima volta la pratica impositiva delle opzioni dei collaboratori. Suddivise in "negoziabili" e "non negoziabili", nel 1990 le opzioni erano imposte al momento dell'assegnazione se "negoziabili", mentre erano imposte al momento dell'esercizio se "non negoziabili". Successivamente, sulla scorta di una decisione del Tribunale amministrativo del Canton Zurigo che stabiliva come, per quanto concerneva le imposte cantonali, la realizzazione del reddito risultante dalle opzioni fosse indipendente dalla loro negoziabilita, con la Circolare n. 5 del 30 aprile 1997 anche I'AFC modifico la prassi, abolendo la distinzione tra opzioni "negoziabili" e "non negoziabili", e sostituendola con quelle di "opzioni valutabili" e "opzioni non valutabili".

Da quel momento, le opzioni cosiddette "valutabili" sono imposte al momento dell'assegnazione, mentre quelle cosiddette "non valutabili", sono imposte al momento dell'esercizio. Per quanto riguarda le azioni, la pratica vigente sino alla fine del 2012 ne prevedeva l'imposizione al momento dell'acquisto, con uno sconto del valore venale delle stesse pari al 6% – per un massimo di dieci anni – per ogni anno di attesa (detto anche "vesting").

2. Le novità legislative

In materia d'imposizione dei vantaggi valutabili in denaro derivanti da partecipazioni dei collaboratori, gli articoli 17 capoverso 1 LIFD e 7 capoverso 1 LAID non hanno dato risultati del tutto soddisfacenti. Le disposizioni entrate in vigore nel 2013 mirano, di conseguenza, a ristabilire la certezza del diritto, creando delle basi legali chiare sulle quali possa fondarsi una prassi univoca in tutti i Cantoni e fornendo una risposta uniforme alle problematiche emerse in questa materia1, soprattutto in riferimento alla definizione del momento impositivo e – conformemente a quanto previsto dal Commentario sul Modello OCSE di Convenzione fiscale (di seguito M-OCSE) – al calcolo dell'imposta dovuta in fattispecie e contesti internazionali2.

I nuovi articoli 17a, 17d LIFD e 7a, 7d LAID (e, specularmente, anche gli articoli 16a, 16d della Legge tributaria cantonale, di seguito LT) definiscono, anche se non in maniera esaustiva, le diverse tipologie di partecipazioni dei collaboratori.

2.1. Le partecipazioni vere e proprie (articolo 17a capoverso 1 LIFD, articolo 16a capoverso 1 LT)

Rientrano in questa categoria le azioni, i buoni di godimento, i certificati di partecipazione, le quote di societa cooperative o partecipazioni di altro genere che il datore di lavoro, la sua societa madre o un'altra societa del gruppo distribuisce ai propri collaboratori (denominati di seguito congiuntamente le "Azioni"), cosi come le opzioni per l'acquisto delle Azioni (di seguito Opzioni). Il termine "partecipazioni di altro genere" di cui al precedente paragrafo permette di precisare che la lista enunciata al capoverso 1 non e esaustiva e puo, di conseguenza, inglobare degli altri titoli, come ad esempio titoli utilizzati in piani di partecipazione esteri.

Con l'accezione "partecipazioni vere e proprie" si e inteso esprimere il concetto per cui i piani di partecipazione devono consentire la concessione di diritti di partecipazione quali i diritti di voto, il diritto alla percezione di dividendi, rispettivamente i diritti di opzione. Le Opzioni dei collaboratori sono intese "vere e proprie" quando, dopo l'esercizio delle stesse, consentono al dipendente di acquisire Azioni3.

2.2. Le partecipazioni improprie (articolo 17a capoverso 2 LIFD, articolo 16a capoverso 2 LT)

Sono considerate partecipazioni improprie le aspettative di meri indennizzi in contanti. Le partecipazioni improprie, invece, non si prefiggono l'acquisto di partecipazioni del datore di lavoro, ne direttamente mediante Azioni, ne indirettamente mediante le Opzioni. Le partecipazioni improprie si riferiscono generalmente alle modalita di calcolo di premi futuri, sulla base dell'aumento del corso delle Azioni o della rendita di un eventuale dividendo. Sono considerate partecipazioni improprie anche le cosiddette "share awards" (queste sono definite come promessa, da parte dell'impresa, alla distribuzione di Azioni nel caso in cui il rapporto di lavoro duri almeno per un determinato periodo)4.

2.3. Il momento dell'imposizione

Per quanto riguarda la categoria delle Azioni, le nuove norme confermano l'imponibilita cosi come avveniva in passato: sia le azioni liberamente disponibili che quelle bloccate continueranno ad essere imposte al momento dell'acquisto. Il valore venale delle azioni sottoposte ad un periodo di vesting continuera a fruire dello sconto annuale pari al 6%, con un limite temporale massimo di dieci anni sia per l'imposta federale diretta, sia per le imposte cantonali.

Il vantaggio valutabile in denaro derivante dalle opzioni quotate in borsa liberamente disponibili o esercitabili, sara ancora imposto al momento dell'assegnazione o dell'acquisto (e, dato che esiste un corso di borsa, il loro valore sara immediatamente certo); per contro, le opzioni non quotate e quelle bloccate saranno in futuro tassate solo al momento dell'esercizio e non piu al momento dell'assegnazione.

Questo cambiamento reca un duplice vantaggio: per le aziende e le autorita fiscali, quello di non dover piu valutare le opzioni in base a complicate formule di matematica finanziaria; per il contribuente, quello di non essere piu tenuto a pagare un'imposta su un vantaggio valutabile in denaro che, nei casi di successiva fluttuazione del corso dell'opzione, poteva restare solo ipotetico e non essere mai effettivamente realizzato. Ai fini della valutazione di tali opzioni e conformemente ad un principio fiscale generalmente riconosciuto, la norma prevede come la prestazione imponibile corrisponda al valore venale della partecipazione diminuito di un eventuale prezzo di acquisto (articolo 17b capoverso 1 in fine LIFD, articolo 14a capoverso 1 LAID, articolo 16b capoverso 1 LT).

2.4. L'obbligo di attestazione

Contestualmente ai nuovi articoli di cui sopra, e stato introdotto uno speciale obbligo di attestazione, sancito dai nuovi articoli 129 capoverso 1 lettera d LIFD e 45 lettera e LAID e dalla nuova Ordinanza sugli obblighi di attestazione per le partecipazioni di collaboratore (OparC) per i datori di lavoro che accordano partecipazioni ai propri dipendenti.

Il datore di lavoro deve rilasciare un'attestazione sia per ogni periodo fiscale nel quale ha assegnato partecipazioni ai propri dipendenti, sia per ogni periodo fiscale nel quale il collaboratore ha realizzato un vantaggio valutabile in denaro rilevante ai fini delle imposte sul reddito. Quest'obbligo vige anche quando il piano di partecipazione e gestito da una societa estera del gruppo oppure da un terzo. Uno dei principali scopi della nuova attestazione e quello di presentare, in maniera matematicamente condivisibile, le basi di calcolo delle prestazioni valutabili in denaro documentate nel certificato di salario.

3. Il contesto internazionale e l'imposizione alla fonte

L'introduzione degli articoli 17d LIFD e 16d LT ha posto le basi del diritto, per la Svizzera, di imporre proporzionalmente il vantaggio valutabile in denaro scaturente da partecipazioni realizzate anche solo parzialmente in Svizzera5.

Infatti, nel lasso temporale che intercorre tra assegnazione ed esercizio, i titolari di opzioni di collaboratori non quotate in borsa o bloccate possono aver risieduto o aver esercitato un'attivita lucrativa anche al di fuori della Svizzera. Se il beneficiario della prestazione valutabile in denaro ha risieduto in Svizzera per una parte di tale periodo, la Svizzera tassera una quota proporzionalmente alla durata dell'attivita lavorativa qui svolta. Se, al momento dell'esercizio, il beneficiario risiede all'estero, la societa svizzera ha l'obbligo di trattenere e riversare l'imposta alla fonte relativa alla quota proporzionale di competenza elvetica (cosi come previsto anche nelle Raccomandazioni dell'OCSE).

Per l'imposta federale diretta l'aliquota e fissata all'11.5%, mentre per quanto riguarda le imposte cantonali, saranno i Cantoni a stabilire le aliquote in base alla propria autonomia tariffaria (articoli 97a LIFD e 35 capoverso 1 lettera i LAID). Cosi facendo, la Svizzera rinuncia definitivamente alla prassi della piena imposizione, rispettivamente nessuna imposizione, vigente sino alla fine del 2012.

Footnotes

1 Messaggio del Consiglio federale concernente la legge federale sull'imposizione delle partecipazioni dei collaboratori, del 17 novembre 2004, n. 04.074, in: Foglio federale 2005 495, pagina 519, http:// www.admin.ch/opc/it/federal-gazette/2005/495. pdf 18.05.2015 (citato: Messaggio).

2 Vedi anche Raccomandazione n. 12.14 M-OCSE che suggerisce come i redditi relativi ad opzioni dei collaboratori debbano essere imposti "en proportion du nombre de jours lesquels l'emploi a été exercé dans ce Pays par rapport au nombre total des jours durant lesquels les services d'emploi auxquels se rapport l'option d'achat d'actions ont été fournis".

3 Cfr. Messaggio, pagina 515.

4 Ibidem, pagina 515.

5 Ibidem, pagina 517.

The content of this article is intended to provide a general guide to the subject matter. Specialist advice should be sought about your specific circumstances.

To print this article, all you need is to be registered on Mondaq.com.

Click to Login as an existing user or Register so you can print this article.

Authors
 
Some comments from our readers…
“The articles are extremely timely and highly applicable”
“I often find critical information not available elsewhere”
“As in-house counsel, Mondaq’s service is of great value”

Related Topics
 
Related Articles
 
Up-coming Events Search
Tools
Print
Font Size:
Translation
Channels
Mondaq on Twitter
 
Register for Access and our Free Biweekly Alert for
This service is completely free. Access 250,000 archived articles from 100+ countries and get a personalised email twice a week covering developments (and yes, our lawyers like to think you’ve read our Disclaimer).
 
Email Address
Company Name
Password
Confirm Password
Position
Mondaq Topics -- Select your Interests
 Accounting
 Anti-trust
 Commercial
 Compliance
 Consumer
 Criminal
 Employment
 Energy
 Environment
 Family
 Finance
 Government
 Healthcare
 Immigration
 Insolvency
 Insurance
 International
 IP
 Law Performance
 Law Practice
 Litigation
 Media & IT
 Privacy
 Real Estate
 Strategy
 Tax
 Technology
 Transport
 Wealth Mgt
Regions
Africa
Asia
Asia Pacific
Australasia
Canada
Caribbean
Europe
European Union
Latin America
Middle East
U.K.
United States
Worldwide Updates
Registration (you must scroll down to set your data preferences)

Mondaq Ltd requires you to register and provide information that personally identifies you, including your content preferences, for three primary purposes (full details of Mondaq’s use of your personal data can be found in our Privacy and Cookies Notice):

  • To allow you to personalize the Mondaq websites you are visiting to show content ("Content") relevant to your interests.
  • To enable features such as password reminder, news alerts, email a colleague, and linking from Mondaq (and its affiliate sites) to your website.
  • To produce demographic feedback for our content providers ("Contributors") who contribute Content for free for your use.

Mondaq hopes that our registered users will support us in maintaining our free to view business model by consenting to our use of your personal data as described below.

Mondaq has a "free to view" business model. Our services are paid for by Contributors in exchange for Mondaq providing them with access to information about who accesses their content. Once personal data is transferred to our Contributors they become a data controller of this personal data. They use it to measure the response that their articles are receiving, as a form of market research. They may also use it to provide Mondaq users with information about their products and services.

Details of each Contributor to which your personal data will be transferred is clearly stated within the Content that you access. For full details of how this Contributor will use your personal data, you should review the Contributor’s own Privacy Notice.

Please indicate your preference below:

Yes, I am happy to support Mondaq in maintaining its free to view business model by agreeing to allow Mondaq to share my personal data with Contributors whose Content I access
No, I do not want Mondaq to share my personal data with Contributors

Also please let us know whether you are happy to receive communications promoting products and services offered by Mondaq:

Yes, I am happy to received promotional communications from Mondaq
No, please do not send me promotional communications from Mondaq
Terms & Conditions

Mondaq.com (the Website) is owned and managed by Mondaq Ltd (Mondaq). Mondaq grants you a non-exclusive, revocable licence to access the Website and associated services, such as the Mondaq News Alerts (Services), subject to and in consideration of your compliance with the following terms and conditions of use (Terms). Your use of the Website and/or Services constitutes your agreement to the Terms. Mondaq may terminate your use of the Website and Services if you are in breach of these Terms or if Mondaq decides to terminate the licence granted hereunder for any reason whatsoever.

Use of www.mondaq.com

To Use Mondaq.com you must be: eighteen (18) years old or over; legally capable of entering into binding contracts; and not in any way prohibited by the applicable law to enter into these Terms in the jurisdiction which you are currently located.

You may use the Website as an unregistered user, however, you are required to register as a user if you wish to read the full text of the Content or to receive the Services.

You may not modify, publish, transmit, transfer or sell, reproduce, create derivative works from, distribute, perform, link, display, or in any way exploit any of the Content, in whole or in part, except as expressly permitted in these Terms or with the prior written consent of Mondaq. You may not use electronic or other means to extract details or information from the Content. Nor shall you extract information about users or Contributors in order to offer them any services or products.

In your use of the Website and/or Services you shall: comply with all applicable laws, regulations, directives and legislations which apply to your Use of the Website and/or Services in whatever country you are physically located including without limitation any and all consumer law, export control laws and regulations; provide to us true, correct and accurate information and promptly inform us in the event that any information that you have provided to us changes or becomes inaccurate; notify Mondaq immediately of any circumstances where you have reason to believe that any Intellectual Property Rights or any other rights of any third party may have been infringed; co-operate with reasonable security or other checks or requests for information made by Mondaq from time to time; and at all times be fully liable for the breach of any of these Terms by a third party using your login details to access the Website and/or Services

however, you shall not: do anything likely to impair, interfere with or damage or cause harm or distress to any persons, or the network; do anything that will infringe any Intellectual Property Rights or other rights of Mondaq or any third party; or use the Website, Services and/or Content otherwise than in accordance with these Terms; use any trade marks or service marks of Mondaq or the Contributors, or do anything which may be seen to take unfair advantage of the reputation and goodwill of Mondaq or the Contributors, or the Website, Services and/or Content.

Mondaq reserves the right, in its sole discretion, to take any action that it deems necessary and appropriate in the event it considers that there is a breach or threatened breach of the Terms.

Mondaq’s Rights and Obligations

Unless otherwise expressly set out to the contrary, nothing in these Terms shall serve to transfer from Mondaq to you, any Intellectual Property Rights owned by and/or licensed to Mondaq and all rights, title and interest in and to such Intellectual Property Rights will remain exclusively with Mondaq and/or its licensors.

Mondaq shall use its reasonable endeavours to make the Website and Services available to you at all times, but we cannot guarantee an uninterrupted and fault free service.

Mondaq reserves the right to make changes to the services and/or the Website or part thereof, from time to time, and we may add, remove, modify and/or vary any elements of features and functionalities of the Website or the services.

Mondaq also reserves the right from time to time to monitor your Use of the Website and/or services.

Disclaimer

The Content is general information only. It is not intended to constitute legal advice or seek to be the complete and comprehensive statement of the law, nor is it intended to address your specific requirements or provide advice on which reliance should be placed. Mondaq and/or its Contributors and other suppliers make no representations about the suitability of the information contained in the Content for any purpose. All Content provided "as is" without warranty of any kind. Mondaq and/or its Contributors and other suppliers hereby exclude and disclaim all representations, warranties or guarantees with regard to the Content, including all implied warranties and conditions of merchantability, fitness for a particular purpose, title and non-infringement. To the maximum extent permitted by law, Mondaq expressly excludes all representations, warranties, obligations, and liabilities arising out of or in connection with all Content. In no event shall Mondaq and/or its respective suppliers be liable for any special, indirect or consequential damages or any damages whatsoever resulting from loss of use, data or profits, whether in an action of contract, negligence or other tortious action, arising out of or in connection with the use of the Content or performance of Mondaq’s Services.

General

Mondaq may alter or amend these Terms by amending them on the Website. By continuing to Use the Services and/or the Website after such amendment, you will be deemed to have accepted any amendment to these Terms.

These Terms shall be governed by and construed in accordance with the laws of England and Wales and you irrevocably submit to the exclusive jurisdiction of the courts of England and Wales to settle any dispute which may arise out of or in connection with these Terms. If you live outside the United Kingdom, English law shall apply only to the extent that English law shall not deprive you of any legal protection accorded in accordance with the law of the place where you are habitually resident ("Local Law"). In the event English law deprives you of any legal protection which is accorded to you under Local Law, then these terms shall be governed by Local Law and any dispute or claim arising out of or in connection with these Terms shall be subject to the non-exclusive jurisdiction of the courts where you are habitually resident.

You may print and keep a copy of these Terms, which form the entire agreement between you and Mondaq and supersede any other communications or advertising in respect of the Service and/or the Website.

No delay in exercising or non-exercise by you and/or Mondaq of any of its rights under or in connection with these Terms shall operate as a waiver or release of each of your or Mondaq’s right. Rather, any such waiver or release must be specifically granted in writing signed by the party granting it.

If any part of these Terms is held unenforceable, that part shall be enforced to the maximum extent permissible so as to give effect to the intent of the parties, and the Terms shall continue in full force and effect.

Mondaq shall not incur any liability to you on account of any loss or damage resulting from any delay or failure to perform all or any part of these Terms if such delay or failure is caused, in whole or in part, by events, occurrences, or causes beyond the control of Mondaq. Such events, occurrences or causes will include, without limitation, acts of God, strikes, lockouts, server and network failure, riots, acts of war, earthquakes, fire and explosions.

By clicking Register you state you have read and agree to our Terms and Conditions